26 marzo 2012

Il blog è trasferito sul sito

www.ilfioredeldesero.org

Annunci

Bersani sta a D’alema come Alfano sta a Berlusconi

5 luglio 2011

 

Ma si vuole o no costruire l’alternativa a Berlusconi e alla sua corte? Certamente non con questo PD sempre più diviso e confuso.

Sta a noi organizzarci per creare un’alternativa.Come? Operando nel territorio. Aspettiamo anche vostre proposte.

 Oggi il PD si è astenuto, favorendo la politica degli sprechi, sull’abolizione delle province dopo che parla e sparla dei costi della politica e dell’abolizione dell’ente che più di ogni altro è la pattumiera dei “trombati” e dei fine-carriera.

Inoltre, si è visto chiaramente dalle dichiarazione di Bersani,  che l’attuale legge elettorale, che permette alle segreterie dei partiti e ai vari Bersani-D’alema-Berlusconi ecc di scegliersi i propri yes-men e ai cittadini di non contare niente, non deve essere toccata.

Infine esiste una questione morale anche nella sinistra? Non lo sappiamo ma invitiamo D’alema a non ripresentarsi alle prossime elezioni per quanto è emerso giorni orsono sui giornali. Questo per il bene suo e dell’elettorato che potrebbe dare il voto a uno schieramento che si oppone in termini netti contro questo governo e questo regime-Berlusconiano.

Ma il destino di Berlusconi non è strettamente legato a quello di D’alema? E’ proprio così. Secondo i vari Bersani -d’alema/Berlusconi-Alfano non bisogna cambiare niente né a livello di legge elettorale che permetterebbe a noi cittadini di scegliere, né a livello di architettura istituzionale con l’abolizioni delle province che permetterebbe di eliminare tanta burocrazie e sprechi e la possibilità di accogliere tanti inutili servitori dei partiti.


25 aprile: Resistenza sempre – Massimo Bubola – Eurialo e Niso

25 aprile 2011

Per ricordare: Pasqua di Ivan Graziani

24 aprile 2011

Mi accorgo adesso che è già Pasqua

sarà che piove dentro ai raggi del sole

e forse che ho mangiato troppo

e non voglio più cioccolata.

E mentre si ride forte il resto della gente si abbuffa

e arriva il conto che quasi fu una truffa

e usciamo fuori dalla trattoria

mentre un pazzo sta parlando alle mosche

nella mia anima c’è un cane enorme

che sbadiglia e muove piano la coda

lasciatemi solo,

voi non mi chiedete non so dove andrò

ma questa Pasqua non la scorderò.

Che farò, che farò alle tre del pomeriggio

e poi, e poi è Pasqua

che farò, che farò alle tre del pomeriggio e poi…

E attraversato tutto il ponte a piedi

mentre il pazzo mi corre vicino

mi urla forte che ero anch’io un artista

che per la fame poi, ha perso la vista.

“Cinquemila lire, sussurra

ti faccio andare con mia sorella

non è un gran ché è vero

ma ho soltanto quella”

E poi mi tira forte per la giacca urlando

“Questa terra è tutta da bruciare”

Urla e si aggrappa forte ad un lampione

e poi mi chiede se ho da fumare.

Ma vattene scemo,

vai e vai ad impiccarti dove vuoi

che me ne torno per i fatti miei.

Che farò, che farò alle sei del pomeriggio

e poi e poi è ancora giorno

che farò, che farò alle sei del pomeriggio e poi…

E son tornato sotto casa tua

anche se non è più come allora

e il tempo è stato un giustiziere

per i miei e per i tuoi anni.

Ma si scoglie con il sole la neve

io non ricordo più le tue parole

tornassi indietro almeno proverei

le tue collane di girasole

quanto amore, quanto, quanto amore

una sigaretta illuminava le tue labbra

poi fra le mie tu giocavi col fumo.

Ma non mi dire no

stasera almeno tu non mi dire no

che questa Pasqua non la scorderò

che questa Pasqua non la scorderò.


Marchionne, ti piace vincere facile? Allora osa

15 gennaio 2011

 

Le catalogue Citroën 1918-1960, fabien Sabatès, Editions Massin

Dopo il successo al referendum di Mirafiori (è bellissimo vedere gli impiegati che inaspriscono le condizioni di lavoro degli operai!) si prospettano momenti difficile per l’ad della Fiat. Servono nuove idee, nuovi referendum in cui far prevalere l’innovazione e il progresso sull’oscurantismo passatista di una certa frangia di sinistra operaia. Diamo suggerimenti a Sergio Marchionne. Suggerimento n. 1: convincere gli operai ad acquistare le macchine prodotte con una maggiorazione di prezzo del 35% altrimenti chiudere Mirafiori ed esportare la produzione in Canada..

Suggerimento n. 2: chiedere agli operai di lasciare il 20% del salario alla Fiat per tirar su il miliardo da investire a Mirafiori, in caso contrario chiudere Mirafiori ed esportare la produzione in Canada.

Suggerimento n. 3: indossare una tuta con la scritta “io amo Marchionne” da acquistare a solo 500 euro, in caso contrario chiudere Mirafiori ed esportare la produzione in Canada.

Suggerimento n. 4: chiedere agli operai di socializzare le perdite dell’azienda tramite il tfr e il capitale privato (case, automobili, cachemire, televisori, ecc.), in caso contrario chiudere Mirafiori ed esportare la produzione in Canada.

Suggerimento n. 5: rinunciare del tutto alle pause e alla mensa, alla indennità di malattia, al tfr e abbonamento obbligatorio per le partite della Juventus, in caso contrario chiudere Mirafiori ed esportare la produzione in Canada.

Naturalmente il tutto dopo adeguato referendum. Alcuni sindacati, ma non sprechiamo tempo a digitarne le sigle, si sono mostrati entusiasti, così come molti politici della maggioranza ma anche dell’opposizione.


Le perle di Hagen: nuovo cablogramma tra Mons B e Sig B.

12 dicembre 2010

Abbiamo ricevuto questo cablogramma che pubblichiamo.

Spedito AAAAA da un certo Mons. B . AAAA  del YYYYY ad un certo sig. B. del governo AAAA italiano.

AAAAVolevo dirti che nel VVV è vero AAAAA che c’è scritto: AAAA “Beati i poveri perché di essi è il regno di Dio”  AAAAAA e che “ è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago che un ricco entri nel regno dei cieli “ma volevo AAAAAAA anche sottolinearti  che ZZZZ  è stato frainteso  AAAAAA.

Scusami AAAAA se nel VVV c’è scritto:AAAAA “ chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che AAAA credono in me  sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da un asino AAAAAe fosse gettato negli abissi”. AAAAAA.Ed ancora “E’ inevitabile che avvengano scandali ma guai all’uomo per colpa del quale avviene lo scandalo” . Queste dichiarazioni sono un po’ forti e potrebbero crearti qualche AAAAAA problema, visto quello che dicono di te AAAAAA sui festini con le AAAAAminorenni.

Inoltre AAAAA scusami se nel VVV quel Giuda che tradì ZZZ poi ha dato il cattivo esempio e ha avuto AAAAA il rimorso e si è impiccato. AAAAAASe resta questa frase nel vangelo qualcuno che sta tradendo il proprio elettorato potrebbeAAAAAAA riacquistare un po’ di coscienza e AAAAAAnon darti il voto.

Ti assicuro che AAAAAnelle prossime edizioni del VVV toglieremo AAAAAAqueste pagine, dicendo che è tutto un malinteso AAAAAA. Così, senza alcune frasi possiamo AAAAAAparlare anche con quel CasiniAAAAAA.

A proposito di soldi, AAAAAA  ricordati che il finanziamento alle nostre scuole per noi AAAAAAè molto importante.

Tuo B.

AAAAXXXXYYYYVVVZZZ

Dal testo togliere gli AAA e le altre sigle sono  da interpretare