Uccidete l’energia del sole, anzi spegnetelo e diamo avvio al bunga bunga nazionale

 

Autore Waglione

Siamo alla farsa. Abbiamo superato la tragicommedia e il grottesco, ci resta solo la farsa e aspettiamo la comica finale. Qual è il settore dell’economia che in questi mesi sta conoscendo un vero e proprio boom? L’automobile? Crollo delle immatricolazioni nel mese di febbraio (titolavano i giornali ieri). No, l’unico settore in crescita è quello delle energie rinnovabili (davvero rinnovabili): eolico, fotovoltaico, geotermico, ecc. È l’unico in cui si assumono decine di migliaia di operai e tecnici, è l’unico che produce reddito senza produrre beni di consumi ma infrastrutture che daranno al paese un serio ritorno in termini energetici nell’immediato e nei prossimi anni. Siamo di fronte ad una duplice crisi: quella planetaria e quella nordafricana che rischiano di far sprofondare paesi come il nostro in un tunnel senza uscita. E i nostri governanti che fanno? Guidati da un senso di responsabilità senza uguali decidono di distruggere il settore delle energie rinnovabili e di far perdere il lavoro a decine di migliaia di operatori. Poco importa se le energie rinnovabili riducono le emissioni di C02 e contribuiscono a produrre energia elettrica senza bruciare, senza emettere polveri sottili ed ultra sottili. Poco importa se il Centro Europeo Ambiente e Salute dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) afferma che l’inquinamento dell’aria causerebbe ogni anno circa 7000 i decessi solo nei capoluoghi del Nord Italia. Poco importa se l’economia sprofonda e se le famiglie conoscono tempi drammatici. Poco importa se dobbiamo importare energia elettrica dalla Francia. Il Governo italiano a colpi di decreti va per la sua strada: avere un paese inquinato, senza innovazione, con scuole pubbliche in disarmo, con centrali nucleari in costruzione, con un conto energetico da far drizzare i capelli, sembra essere l’obiettivo. Forza Italia, la Cina è vicina ed ora un bunga bunga generale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: