Da fonti storiche: Umberto Bossi è nipote di Nino Bixio

La Lega ha origini nobili, così dimostrano i dati relativi ai suoi fondatori. Con dati alla mano partiamo dal padre nobile, Bossi. Il suo nome è un enigma che vi sveliamo. Tutto parte da Bixio, si proprio lui il Nino della spedizione dei Mille. Questi aveva un figlio maschio di nome (U)Berto, Berto Nino Bixio. Trasferitosi nel 1862 a Roma ebbe un figlio al quale mise il nome di Giorgio (come il nome dell’attuale presidente della Repubblica, aveva doti di chiaroveggenza?). Al momento dell’iscrizione all’anagrafe Capitolina, il messo del comune compì l’errore nel trascrivere il cognome. Scrisse Giorgio Boxio. Questi si trasferì a Bologna ed ebbe un figlio maschio al quale mise il nome di Giuseppe in onore del grande condottiero Garibaldi che insieme al nonno Nino avevano fatto l’unità d’Italia. Anche qui il funzionario al comune commise un errore nel trascrivere i dati e scrisse il nome di Giuseppe Nino Boxi. Questi ebbe una adolescenza da rivoluzionario, visto tanto nome, e si trasferì a Gemona. Ebbe un figlio che lo chiamò Umberto (era coetaneo del re d’Italia). Ma, visto il suo attaccamento all’Italia e il suo antifascismo, trasformò quell’X che sembrava una croce celtica, in due “S”. Da qui nacque il cognome Bossi. Il resto è storia recente che dimostra come il nostro Umberto Bossi, che aveva avuto tanto avo,  sia così affezionato all’unità d’Italia e alla sua storia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: