Burlasconi sull’accordo di Mirafiori: ma è satira?

Bastano le parole del Cavaliere dalla sinistra figura. Ogni commento sarebbe superfluo. Solo una riflessione: dobbiamo rassegnarci ad un lavoro senza diritti? ad un conflitto generazionale? La Cina e l’India sono i nostri punti di riferimento? A questo capitalismo disumano non c’è alternativa? I sindacati accettano questo? Che dicono in quella che sinistramente chiamano sinistra? Povera Italia… poveri noi italiani, rassegnati, intristiti, ammutoliti, rincoglioniti.

Ipse dixit: «L’intesa raggiunta è qualcosa che conforta, è assolutamente innovativa. Mi sembra un investimento utile e importante per il Paese perché rimette in produzione uno stabilimento simbolo della Fiat. Quindi lo giudico un accordo storico e positivo».

«Il problema della delocalizzazione riguarda tutta l’Europa. In Cina, India o nella Federazione russa la manodopera costa molto meno, da noi oltre 30 dollari l’ora. Là, invece, meno di un dollaro e i lavoratori fanno anche dodici ore e se c’è bisogno vanno in fabbrica anche il sabato e la domenica. Quindi è forte l’interesse delle aziende a spostare le produzioni».

Annunci

One Response to Burlasconi sull’accordo di Mirafiori: ma è satira?

  1. patrizia ha detto:

    quanto dista Silviade dall’Italia?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: